6 consigli di Ryan Teddder, One Republic, Sullo Scrivere Canzoni

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Oggi vi racconto qualcosa di una delle persone che mi ispira nel fare musica. Ryan Tedder, frontman della band One Republic che sicuramente conoscerete per il brano Apologize scritto e prodotto con Timbaland. Ma non è solo questo, ad oggi pochi lo sanno è uno dei più grandi autori e produttori della storia del pop/moderno, ha scritto per tutti: Beyoncè, Leona Lewis, Ellie Golduing, U2 Sam Smith, Adele e molti altri. in giro per il web si trovano molte sue interviste in cui ci racconta cosa sia per lui scrivere canzoni. Quali sono per un artista di questo calibro i MUST DO del songwriter?

1- Mai pubblicare una canzone finchè non è pronta

Se non si è certi di avere una canzone completa funzionante ben costruita e che meriti come voto un bel 30 e lode, allora dobbiamo lavorarci ancora su! Ne parlavamo QUI

2- Un singolo richiede un’attenzione extra

Nel momento in cui cominci a parlare di un brano come singolo, il gioco cambia, la tensione e le pressioni aumentano nulla è più lo stesso. Un singolo è come cucinare per quaranta dei tuoi amici più stretti (O qualche milione), farli sedere al tuo tavolo e servirgli la tua pietanza migliore. Non confondere il concetto di singolo con il concetto di bello, non stupirti se il tuo magnifico brano della durata di appena sei minuti, non funzionerà come singolo!

3- Registra tutte le tue idee

Ryan racconta di aver avuto una session con Sia, nella quale lei si dimostra in grado i cantare in almeno 20 modi diversi il brano. Questo è il songwriting moderno, ora prendi il tuo bel computer e costruisci il brano tagliando le parti migliori di ogni take. Incredibile vero? Dunque, Registra ognuna delle tue idee, col telefono tablet ipad computer qualunque strumento è adatto!

4- La melodia è più importante del testo

Quando siedi con i tuoi amici al pub e qualcuno chiede, qual’è il nome di quella canzone che faceva “La la la…” pochi ricordano il testo, ma tutti ricordano una melodia efficace.

5 – Scrivere e/o Produrre  è psicologia applicata almeno per il 50% del tempo

Esatto, hai bisogno, soprattutto nella prima fase,  di posizionare su off la parte razionale del tuo cervello e lasciare che le idee fluiscano. La canzone parlerà di me? Della mia vita? Di un amico?  Di un libro che ho letto? E’ completamente inventata? Non importa, lasciati ispirare.

6 – Al giorno d’oggi è meglio essere un Solista che una band

Da quando la cultura delle boyband è esplosa abbiamo assistito ad una rivoluzione culturale. Siamo passati dal volere tutti far parte dei Soundgarden a voler creare una boyband, e da quando il fenomeno dei DJ ha trovato la sua naturale collocazione il fenomeno è ancora più marcato. le radio non suonano più musica fatta con strumenti veri, fare rock oggi è dieci volte più difficile, quindi perchè vorresti far parte di una band? inoltre se hai un cantante che ha problemi a relazionarsi con le persone o un qualunque tipo di disturbo emozionale, questo da solo sarà sufficiente a distruggere la band. Non basta ancora? Le band tendono ad essere autoreferenziali e a non guardare il mondo che le circonda, questo porta ad una chiusura, nella scrittura nei gusti e nelle produzioni. ovviamente esistono delle eccezioni.

Questi sono i suoi pensieri riguardo all’essere autori oggi, sono d’accordo praticamente su tutto (Non ci avrei fatto un articolo) e voi cosa ne pensate? Scrivetelo nei commenti!

Please follow and like us:
YouTube
YouTube
INSTAGRAM
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://stefanocecemusic.com/2016/12/16/6-consigli-ryan-teddder-one-republic-sullo-scrivere-canzoni/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Free Email Updates - Resta Aggiornato
Get the latest content first.
We respect your privacy.

Enjoy this blog? Please spread the word :)