Songwriting: Gli U2

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Gli U2 una delle più grandi Band del pianeta

Hanno in Bono la loro penna ispiratrice. Andiamo a vedere cosa ci racconta sul songwriting:

I sentimenti (la musica) sono più forti delle parole (testo) in una canzone. Si possono avere numerosissime idee ma se non si riesce a catturare un’emozione allora quelle parole, quelle melodie non hanno vita. La maggior parte del lavoro è fatta di sudore, cancellazione, ripetizioni e solo alla fine, soddisfazione per aver creato il meglio che in quel momento potevamo. inizia tutto con un tappeto della band, quello che cerco di fare è creare un testo partendo dall’emozione naturale che la musica suscita dentro di me.

Dire semplicemente la verità

A 13 anni capii che l’unico modo per evitare blocchi e scrivere qualcosa di efficace è dire la verità. Se non hai nulla da dire allora il primo verso è proprio questo “Non ho niente da dire”. Inizialmente il mio testo è un semplice mormorare di suoni senza senso, lentamente questi si trasformano in parole.

Spontaneità

Difficilmente cambio le parole una volta scritte. A volte il processo di raffinazione del brano è nemico del brano stesso. Mi rendo conto di non avere uno stile classico di songwriting, ma tutte le volte che con gli U2 abbiamo provato tecniche più tradizionali, tutto quello che abbiamo ottenuto e ad un certo punto di dover ricominciare dall’inizio smantellando tutto. Se dovessi definire la nostra tecnica direi che parte da un sogno e si muove liberamente verso l’ignoto, pensando magari a come John Lennon avrebbe descritto quell’idea, insomma a come la descriverebbe qualcun altro, qualcuno che per noi è stato mentore e maestro ispiratore.

Il tono

Con l’esperienza ed in particolare durante la registrazione di Achtung Baby ho imparato come il tono della voce, e l’utilizzo sulla stessa di effetti particolari come le distorsioni influenzi fortemente quello che andrai a scrivere. E’ come parlare una nuova lingua.

Le Regole

Lou Reed è un amico e una volta gli chiesi se aveva un consiglio per un giovane songwriter, e, nel suo solito modo criptico di esporsi mi disse: ” Evita la rima di tanto in tanto”. Sapete, il songwriting è in realtà un processo misterioso … perché stiamo chiedendo alla gente di esporsi. E ‘come un intervento chirurgico a cuore aperto. Siamo alla ricerca di vero di emozioni crude, e tutto questo, non lo si trova di certo seguendo le regole.

Please follow and like us:
YouTube
YouTube
INSTAGRAM
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://stefanocecemusic.com/2017/01/16/songwriting-u2/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Free Email Updates - Resta Aggiornato
Get the latest content first.
We respect your privacy.

Enjoy this blog? Please spread the word :)